Lunedì 30 aprile 2018 – V SETTIMANA DI PASQUA

 

DALLA PAROLA DEL GIORNO

 

“Vi predichiamo di convertirvi da questa vanità al Dio vivente”

 Atti 14,15b

 

Come vivere questa Parola?

È una pagina che afferra l’attenzione, anche perché quanto viene narrato si snoda tra l’emozionante e il divertente.

Paolo, insieme a Barnaba, col quale veniva annunciando la Buona Novella, si trovava a Listra: una città dell’Asia Minore. Qui incontrò un uomo paralizzato fin dalla nascita.

Questo poveretto era lì ad ascoltare la predica di Paolo, quando quest’ultimo ne incrociò lo sguardo, costatando che costui aveva fede e desiderava guarire.

Per questo disse a gran voce: “alzati diritto in piedi”. L’uomo, in quel istante, fu guarito e presse a camminare.

Scoppiò una specie di delirio da parte della folla che subito credette di aver a che fare con la presenza di due divinità: nientemeno che Zeus e Hermes. Ci fu grande entusiasmo e più grande confusione mentre portavano corone votive e stavano per offrire sacrifici in onore di Paolo e Barnaba, presunte divinità.

Essi, dal canto loro, ne furono costernati fino a stracciarsi le vesti, cercando di convincere la gente d’essere in tutto come loro.

Quello che più conta per noi è il fatto che i due apostoli trovarono anche lì occasione per annunciare il Vangelo, invitando tutto a convertirsi.

È il Dio vivente che bisogna lasciar entrare nella propria vita: quel Dio che è Creatore di ogni verità bontà e bellezza nella vita del cosmo e in quella di noi uomini.

Proprio a questo la pagina Sacra invita anche noi oggi, perché la Risurrezione di Cristo Gesù possa agire come salvezza sempre nuova nella vita di ogni nostra giornata e nel mondo intero.

La voce di filosofo politico e scrittore britannico

 

“La superstizione e la creduloneria sono la pseudo religione dei deboli.”

Edmund Burke

 

 

Commento di Sr Maria Pia Giudici FMA

info@sanbiagio.org

 

 

 

Casa di Preghiera San Biagio www.sanbiagio.org  info@sanbiagio.org