Giovedì 3 maggio 2018 – V SETTIMANA DI PASQUA – Santi Filippo e Giacomo

 

DALLA PAROLA DEL GIORNO

 

«Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. (…) Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse.»

Gv 14,8-9; 11

 

Come vivere questa Parola?

 È importante per un cristiano vero che non si lascia irretire nella superficialità, ascoltare in cuore queste parole che ci rendono persuasi di una verità fondamentale: Gesù è il Verbo di Dio, la seconda persona della Santissima Trinità. E la Trinità – è molto bello ricordarlo – non è imparentata con fredde nozioni algebriche; piuttosto è la sorgente dell’amore, perché le tre Persone Divine sono una cosa sola. Come una splendida fiamma, dove non importano guizzi di fuoco, ma lo splendore caldo e luminoso dell’unica fiamma.

Ecco: prego Gesù? Lui mi porta al Padre. Prego il Padre?  Lui mi porta al Gesù del vangelo e dell’Eucaristia.

 

Signore, che io non indugi mai in possibili momenti di sofferta solitudine. Tu sei con me. E dunque il Padre è pure con me. Lo Spirito Santo è il loro abbraccio di purissimo amore infinito che, se lo chiedo, può afferrarmi interamente per effondere luce e fuoco di pace e d’amore là dove mi chiami a vivere. Dammi, O Trinità beata di vivere con te e in Te.

La voce di una Santa

Non c’è da temere che la mia gioia passi, perché Dio, Trinità d’amore ne è l’unico oggetto ed egli non cambia.

Elisabetta della trinità

 

Commento di Sr Maria Pia Giudici FMA

info@sanbiagio.org

 

 

Casa di Preghiera San Biagio www.sanbiagio.org  info@sanbiagio.org