Lunedì 7 giugno 2021 – X Settimana del T. O.

7 Giu 2021

Dalla Parola del giorno

«In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia»                                                                                                                              Mt 5,1-12

Come vivere questa Parola?

Il punto di partenza della gioia, della beatitudine è il nostro pianto. Ogni vera beatitudine ha origine nella vulnerabilità maggiore. Credere significa capire che ciò che ci fa soffrire non è una condanna ma la realtà dalla quale partire, è avere una direzione dentro il pianto; è il dolore da “accettare” per “attraversare”. In questo senso la parola “beato” che Gesù pronuncia è una promessa, un orientamento da prendere, una strada da percorrere come “viandanti” del Suo amore.

Gesù, la tua vita è il manifesto delle Beatitudini vissute nelle quali la gioia ed il dolore si intrecciano sempre perché sempre si rinasca.

La voce di uno scrittore

“Beati i cuori che sanno piegarsi, perché non saranno mai rotti”.

Albert Camus

scrittore

commento di

Suor Emilia Di Massimo FMA

emiliadimassimo@libero.it

Novità

Amici e servitori della Parola

Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. I dati registrati attraverso i cookie vengono utilizzati al solo scopo statistico. Se vuoi avere maggiori informazioni sull'uso dei cookie clicca qui.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi