VIII settimana del Tempo Ordinario – anno dispari

25 Mag 2021

Dalla Parola del giorno

 28Pietro allora prese a dirgli: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». 29Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, 30che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà. 31Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi saranno primi».

Mc 10,28-31

Come vivere questa Parola?

“Noi abbiamo lasciato tutto e «ti siamo venuti dietro»!”: così Pietro reagisce alle parole che Gesù indirizza al “tale” che, rattristatosi, gli girò le spalle alla richiesta di vendere tutto per darlo ai poveri.   E Gesù sembra dire a Pietro:” Lasciato tutto?”. Forse è vero, tante volte leggiamo il “seguire Gesù “, o essere alla sequela di Gesù, come un impoverimento, una rinuncia “che non ci permette di godere la vita”.

Gesù invece, in questo suggerimento di distacco, di discernimento, vuol mostrarci la ricchezza vera, la ricchezza che non verrà mai portata via da nessuno. Chi sceglie il Regno dei Cieli ha la possibilità di ricevere molto di più di quanto possa pensare o sperare, perché impara a vivere con le mani aperte, non con i pugni chiusi, impara a vivere tutto in libertà e le cose che si “vivono così”, si vivono in pienezza.

Gesù propone una ricchezza, quella dell’Amore del Padre, della Vita Eterna, della Relazione con Lui, la ricchezza dello Spirito Santo nel cuore. Lasciato tutto? Ricevuto tutto!

Spirito Santo riempici del Tuo Amore, perché solo così potremo dilatare il cuore e la mente, donare a mani aperte, guardare agli altri come fratelli per poter dire con il cuore GRAZIE!

La voce di Papa Francesco

“‘Io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato tutto senza ricevere tutto’. ‘Ecco, noi abbiamo lasciato tutto’. ‘Riceverete tutto’, con quella misura traboccante con la quale Dio dà i suoi doni. ‘Riceverete tutto. Non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madri o padri o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, che non riceva già ora in questo tempo cento volte tanto in case, fratelli, sorelle, madri, campi, e la vita eterna nel tempo che verrà’. Tutto. Il Signore non sa dare meno di tutto. Quando Lui dona qualcosa dona sé stesso, che è tutto”.

Papa Francesco

Meditazione mattutina nella cappella della Domus Sanctae Marthae, 28 febbraio 2017

commento di

Sr Monica Gianoli FMA

gianoli.monica@gmail.com

Novità

Amici e servitori della Parola

Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. I dati registrati attraverso i cookie vengono utilizzati al solo scopo statistico. Se vuoi avere maggiori informazioni sull'uso dei cookie clicca qui.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi