La Casa di Preghiera

San Biagio,

una casa di preghiera

San Biagio è un piccolo eremo custodito dalla natura e dalla nostra piccola comunità di suore salesiane. Si trova su un fianco scosceso del Monte Taleo, nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, a due passi dalla cittadina di Subiaco. Oltre ad essere un posto molto suggestivo, San Biagio è un luogo di culto dalle origini antichissime: esisteva già quando san Benedetto da Norcia raggiunse Subiaco e divenne infatti uno dei primi cenobi benedettini al mondo.

Circa millecinquecento anni dopo, nel 1975, il piccolo monastero è stato “adottato” dalle Figlie di Maria Ausiliatrice che lo hanno letteralmente portato a nuova vita. Da oltre 50 anni offriamo accoglienza e proponiamo animazione spirituale a tutti coloro che vogliono assaggiare la fuga mundi, la fuga dalla società contemporanea, dal rumore incessante e dalle distrazioni che inevitabilmente portano lontano dall’essenziale.

Ecco, San Biagio è un luogo che permette di riconnettersi con l’essenziale. Questo angolo di montagna è il luogo ideale per concentrarsi sull’ascolto della Parola di Dio, intraprendere (o proseguire!) il proprio percorso di fede, imparare a dare il giusto ordine alle cose dell’esistenza. Tutto questo accompagnati dagli insegnamenti di San Giovanni Bosco, la nostra guida verso il comandamento d’amore di Gesù.

 

Camminate coi piedi per terra
e col cuore abitate in cielo.

San Giovanni Bosco

Due parole per presentarci

Le Figlie di Maria Ausiliatrice sono una famiglia religiosa nata dall’incontro tra San Giovanni Bosco e Santa Domenica Mazzarello, la nostra fondatrice. Siamo suore salesiane e in quanto tali abbracciamo pienamente un carisma che mette al centro la crescita integrale delle persone, l’accompagnamento dei giovani nella maturazione del loro progetto di vita parallelamente al percorso di fede e all’impegno civile. In breve, quello che San Giovanni Bosco riassumeva nella volontà di formare buoni cristiani e onesti cittadini.

L’attività svolta a San Biagio non è però limitata ai giovani. Per comprendere cosa facciamo e chi sono i destinatari delle nostre attività, vi consigliamo di visitare la pagina Attività.

Suor Maria Pia Giudici

1922 – 2020

Per circa mezzo secolo, a partire dal primo insediamento delle Figlie di Maria Ausiliatrice a San Biagio (che lei stessa aveva promosso), la casa di preghiera ha legato il suo nome a quello di suor Maria Pia Giudici, vera e propria colonna spirituale di questo luogo.

Per tutta la sua esistenza suor Maria Pia ha promosso San Biagio come luogo di incontro e di meditazione, un posto in cui soprattutto i giovani potessero coltivare il proprio percorso spirituale imparando a bilanciare le necessità della vita quotidiana con i grandi temi spirituali ed esistenziali.

La sua capacità di leggere il presente e interpretarlo attraverso il cinema, la musica, la poesia e l’arte figurativa le ha permesso di proporre ognuno di questi linguaggi come strumento per mettersi in relazione con Dio e il prossimo.

Oggi che la vecchia volpe della montagna, come amava definirsi, è tornata alla casa del Padre, ci impegniamo a tenere viva la sua eredità.

Clicca qui se vuoi approfondire la conoscenza di suor Maria Pia.